La Villa dei Principi

E’ la storia a disegnare l’incantevole profilo di Villa Fanini, storica dimora immersa nel verde delle colline lucchesi, perfettamente conservata in ogni sua parte ed impreziosita da splendidi affreschi in ogni ambiente, che rimandano ai fasti di un passato straordinario.
Villa Fanini considerata fra le prime cinque ville più rappresentative in lucchesia, si estende su una superfici di 2.400 mq che include una splendida cantina con botti in rovere.
Fatta costruire agli inizi del ’600 dalla famiglia Arnolfini, già proprietaria di altri palazzi nella città di Lucca, la residenza visse il suo periodo di massimo splendore nell’800 quando passò da Attilio di Silvestro Arnolfini ad Ascanio Mansi, primo ministro e segretario di stato dei Borbone che la trasformò in luogo di vacanza ed incontri diplomatici.
Nel 1840 alla morte di Ascanio, Villa Arnolfini venne lasciata in eredità al figlio Giovan Battista e da questi, deceduto senza prole, alla sorella Clelia in Burlamacchi.
Nuovo cambio di proprietà all’inizio del secolo scorso con il passaggio da Burlamacchi ai Marchi che, in tutto il ’900, nelle terre di corredo destinate a vigneti ed uliveti, produssero nelle loro cantine l’olio ed il vino di Gragnano, apprezzato in tutto il mondo.
Nel 1983 la villa passò dai Marchi al Comm.Ivano Fanini, fondatore di "Amore & Vita" e da oltre trent’anni padrone dei team ciclistici Fanini, che vantano 12 titoli mondiali e fucina di tanti campioni. Agli inizi del 200 la tenuta prende il nome del figlio e viene denominata Cristian Ivano Fanini. In questi anni la villa è stata utilizzata per ricevimenti in occasione di matrimoni famosi, meeting, ed importanti congressi. Unica struttura in lucchesia dove poter ospitare eventi e cene al coperto fino a 400 persone, offrendo un ampio parco, di oltre 16.000 mq, con alberi secolari, un bellissimo prato all’inglese e, al suo interno, alcuni appartamenti perfettamente conservati nel loro antico splendore.
Recentemente la proprietà ha ricevuto proposte di acquisto da Berlusconi, da Nobili del Belgio e da un petroliere russo per circa 100 milioni di euro, ma ha sempre rifiutato non essendo interessata la vendita per nessuna cifra. La notizia ha fatto il giro del mondo e lo scalpore che ne è conseguito le ha dato il soprannome : "La Villa dei Principi".

Villa Fanini - Via della Chiesa 3 - 55010 GRAGNANO (LU) c.f. 01351220460 - Internet policy - Cookie Policy

logo Cristofani Comunicazione